Chissà da quanto tempo, sul fango ancora fresco, le impronte di piccoli umani, ancora inconsapevoli di ciò che stava per accadere loro, non si vedevano oltre a quelle di grandi lupi!

Appena arrivati il tempo prometteva bene, ma i fiocchi di neve non tardarono a cadere. Nei boschi tutto intorno, vicino alle Terre di Mezzo, le Guide aspettavano con pazienza i Cercatori e le Cercatrici (i nuovi arrivati nel Reparto) per far di loro dei coraggiosi ed istruiti guerrieri, che avrebbero ripristinato i sigilli contenenti gli Atomi Opachi del Male.

Dopo aver conquistato le due chiavi, le conoscenze sulle legature più importanti e la forza di andare avanti, i cercatori si recarono dall’Alchimista, dove appresero l’arte delle esche per il fuoco, ottenendo la terza chiave.

Con le tre chiavi ebbero il permesso di rivolgere la parola al Mago. La loro avventura terminò con il ripristino dei sigilli e con la fine di un mondo dominato dal Male.

Il terzo giorno, dopo essere stati un po’ al calduccio nel bel paese di Jenne e conosciuta l’origine del parco dei Monti Simbruini, i nuovi arrivati, seguendo le orme dei più grandi, arrivarono nel posto prescelto  per pronunciare la Promessa Scout… un’esperienza unica sotto le stelle e sopra il ghiaccio.

E per finire, dopo la bellissima giornata assolata in compagnia dei genitori, gli esploratori non si arresero e rimasero ancora sotto la neve per chiudere il campo con orgoglio.

Iniziarono questa avventura come semplici ragazzi  e la conclusero come leali cavalieri pronti a superare qualsiasi montagna, assaggiando il gusto dolce dell’amicizia, della compagnia, della generosità e di un sorriso nato anche quando un motivo non c’era.

Ptg. Pantere,

campo invernale 2014

Condividi l'articolo sul tuo social preferito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *